Di  rimando

 

Strade segnate e non

finite

sullo strato di nuvole

che copre il mare.

 

Il manto del mondo.

 

Adesso porto gli occhiali

per vedere.

Poi chiudo gli occhi

E rimando il pensiero.

 

Il sole di taglio

invade le anse di

una distesa compatta

che copre il mare.

 

Il manto del mondo.

 

Adesso la mia mano

è rugosa

e trova difficile scrivere.

Poi chiudo gli occhi

e rimando il pensiero.

 

Echi di emozioni

allentano gli anni,

evocano gioie mai finite.

<